“Studio sulla crocifissione del Grunewald”

120 x 120 cm, olio su tela, 2007

Ogni immagine, salvata in un formato leggibile da un computer, è una sequenza lunghissima di codici alfanumerici ottimizzati da alcuni sistemi matematici che li rendono comprensibili dai software. Ho pensato che la trascrizione di una frazione di codice fosse una sorta di studio dell’opera. La sua complessità inintelligibile mi ricordava una citazione attribuita a Policleto e citata da Panofsky: “Il bello si realizza a poco a poco attraverso molti numeri”. Il quadro trascrive liberamente una porzione di questo codice alfanumerico.